Odontoiatria infantile | Studio Dentistico Minniti Moro
708
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-708,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1400,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive
Abbiamo la ricetta per il tuo sorriso!

Odontoiatria Infantile

L’odontoiatria infantile, o pedodonzia, si occupa della salute orale dei bambini in età pediatrica.

Ma di quali trattamenti odontoiatrici potrebbe aver bisogno un bambino? A differenza di quanto si pensi, anche i denti da latte possono cariarsi. Infatti il 22% dei bambini che hanno meno di 4 anni ha almeno una carie.

Il dato è preoccupante se si pensa che i denti da latte sono frequentemente colpiti da carie rampanti. Cosa sono? Si tratta di carie che avanzano molto velocemente. Se non diagnosticate e trattate possono causare in meno di un anno la distruzione di tutta la corona del dente. In questa situazione ci possono essere conseguenze difficili da gestire per l’odontoiatra sia per la difficoltà di trattamento per il dolore causato dalla carie e la relativa paura del dentista, sia perché la perdita del dente da latte può compromettere l’eruzione dei denti permanenti, rendendo necessario il trattamento ortodontico con apparecchi o chirurgico.

Odontoiatria infantile: i consigli per evitare le carie.

La carie in età pediatrica è legata al bilancio tra igiene orale e alimentazione. Un’ottima abitudine è quella di spazzolare i denti tutte le sere fin da piccoli con dentifrici a basso contenuto di fluoro. Per quanto riguarda la dieta, la frequente assunzione di zuccheri durante la giornata e prima della notte è il fattore causale più importante da correggere. È meglio ridurre al minimo caramelle, bevande zuccherate e il ciuccio imbevuto in miele o altri dolcificanti.

Odontoiatria infantile: come far superare la paura del dentista.

È molto importante far conoscere in maniera graduale la figura del dentista ai bambini fin dai 3-4 anni,  ad esempio facendoli assistere ad una visita di controllo di un genitore o di un fratello più grande. In questo modo, grazie all’ atteggiamento di gioco e scherzo da parte del pedodontista (lo specialista in odontoiatria infantile) sarà possibile creare un ‘imprinting’ positivo. Il bambino assocerà il dentista a una figura positiva e si eviterà la cosiddetta ‘sindrome da camice bianco’ che renderebbe impossibile qualsiasi tipo di trattamento. Bisogna ricordare che spesso la paura del dentista è indotta dai genitori. Pertanto per il successo del rapporto dentista-bambino sarà cruciale anche la collaborazione dei genitori stessi. Paradossalmente con questo approccio graduale curare un bambino sarà più semplice che curare la maggior parte degli adulti.

Una strategia preventiva di confermata utilità è la sigillatura dei solchi occlusali. Sulla superficie masticatoria dei denti posteriori sono presenti dei solchi profondi che rappresentano zone più difficili da pulire e quindi più soggette a carie. Con la sigillatura dei solchi si posiziona un velo di materiale da otturazione bianco sopra i solchi occlusali in modo da ridurre l’accumulo di placca in queste aree e il conseguente rischio di carie.

Contattaci ora per maggiori informazioni.

Chatta con Noi!