Impronte dentali con lo scanner intraorale | Studio Minniti Moro
666
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-666,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1400,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive
Abbiamo la ricetta per il tuo sorriso!

Impronte dentali: lo scanner intraorale

Grazie alle nuove tecnologie il fastidio che si prova quando il dentista prende le impronte dentali con la classica “pasta dentale” si elimina totalmente. Questo è possibile grazie allo scanner intraorale.

Grazie all’uso dello scanner intraorale, lo specialista ottiene in pochi minuti le impronte dentali e quindi una “fotografia 3D” del cavo orale del paziente. In questo modo legge direttamente la morfologia dei tessuti, salva tutti i dati in un file che successivamente invia a un laboratorio odontotecnico. Questo può essere utile ad esempio per la creazione di una protesi. Lo scanner intraorale si può muovere facilmente all’interno del cavo orale, ottenendo con molta semplicità e precisione le impronte dentali, che altrimenti si otterrebbero con le classiche “paste”.

Grazie all’ottica dello scanner, che nei modelli più recenti legge i dati anche se non viene posto a diretto contatto con i denti, è possibile raggiungere le zone più nascoste del cavo orale. I dati acquisiti dallo scanner intraorale si mostrano in tempo reale su un monitor e sia il paziente che il medico li visionano. Questo facilita quindi la comunicazione e spiegazione della diagnosi clinica. Un ulteriore vantaggio è rappresentato dalla velocità di esecuzione della scansione: in pochi minuti è possibile avere l’immagine completa di un’intera arcata.

I vantaggi dello scanner intraorale per le impronte digitali sono molti.

 

Ne elenchiamo qualcuno:

  • eliminazione totale della sensazione di nausea
  • velocità
  • precisione
  • facilità di utilizzo

A chi è adatto lo scanner intraorale? A tutti: dai più piccoli ai più grandi.

Per i più giovani i vantaggi principali sono la scomparsa totale del fattore nauseante e la facilità di movimento all’interno del cavo orale. Per i più adulti invece è di sicuro la precisione con la quale lo scanner riesce ad acquisire le informazioni. L’obiettivo è quello di realizzare delle protesi che siano perfettamente compatibili con l’arcata dentale e non creino nessun tipo di fastidio.

Clicca qui per leggere un articolo sullo scanner intraorale e sulle impronte digitali, o clicca qui per saperne di più!

Chatta con Noi!