Chirurgia guidata - Minniti Moro
681
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-681,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1400,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive
Abbiamo la ricetta per il tuo sorriso!

Chirurgia guidata

chirurgia-guidata-minniti

Cos’è la chirurgia computer guidata e a cosa serve?

Grazie alla chirurgia guidata è possibile eseguire interventi di implantologia in modo meno doloroso, meno invasivo e più rapido dell’implantologia tradizionale.

Come funziona la chirurgia guidata?

Si effettuano innanzitutto esami radiologici in 3D con la Tac e, grazie a un programma specifico computerizzato si studiano e si progettano le posizioni precise in cui verranno inseriti gli impianti nell’osso grazie all’utilizzo di mascherine chirurgiche realizzate con la tecnologia CAD-CAM.

Con la chirurgia guidata si può eseguire l’intervento chirurgico di inserimento degli impianti con delle immagini in 3D che mostrano lo spessore di osso e la conformazione delle gengive. Sarà possibile quindi scegliere le posizioni in cui verranno inseriti gli impianti valutando tutti gli aspetti e i rischi dell’operazione.

Dopo aver progettato l’operazione di inserimento degli impianti si procederà con la realizzazione della maschera chirurgica che, indossata dal paziente durante l’operazione, permetterà di replicare le posizioni degli impianti da inserire nelle ossa mascellari. In molti casi non c’è nemmeno bisogno di tagliare e scollare le gengive.

Ma quali sono i vantaggi della chirurgia guidata?

I vantaggi della chirurgia guidata per il paziente sono:

  • studio preciso dell’intervento chirurgico
  • inserimento degli impianti senza tagliare ne’ scollare le gengive
  • inserimento degli impianti senza ricostruire l’osso
  • diminuzione dei tempi chirurgici
  • diminuzione del dolore e del gonfiore post-operatorio
  • diminuzione del sanguinamento intra e post-operatorio

Grazie a questa tecnica sarà possibile eseguire un trattamento di inserimento degli impianti anche per i pazienti nei quali è sconsigliata o controindicata l’implantologia tradizionale.

Chatta con Noi!